Formazione Finanziata

I FONDI PARITETICI INTERPROFESSIONALI NAZIONALI PER LA FORMAZIONE CONTINUA sono organismiparitetici, istituiti ai sensi della Legge 388/2000, costituiti dalle organizzazioni datoriali e dalleorganizzazioni di rappresentanza sindacale maggiormente rappresentative sul piano nazionale.

I Fondi non hanno fini di lucro e hanno lo scopo di FINANZIARE LA FORMAZIONE CONTINUA DELLEIMPRESE ASSOCIATE per tutti i settori economici dell'industria, dell'agricoltura, del terziario edell'artigianato.

Per finanziare le attivit delle aziende associatei Fondi utilizzano la quota dello0,30% devoluta dalle imprese per il tramite dell'INPS. Qualsiasi datore di lavoro pu aderire a qualsiasi fondo interprofessionaleper qualsiasi tipo di lavoratore, compresi i dirigenti e gli operai agricoli.NON POSSIBILE RECUPERARE QUANTO VERSATO PRIMA DELL'ADESIONE AD UN FONDO, perch giimpegnato dallo Stato.

PER CHI VIENE VERSATO LO 0,30%: impiegati, operai, operai agricoli, quadri, dirigenti, soci lavoratoridelle cooperative iscritti a libro matricola. Tutti questi lavoratori devono avere un contratto di dirittoprivato (che comprende, dal 2009, anche le imprese municipalizzate e le ex imprese di Stato).

PER CHI NON VIENE VERSATO LO 0,30%: tutti i lavoratori dipendenti diretti delle PubblicheAmministrazioni locali e nazionali e, per il settore privato, i co.co.pro, gli apprendisti, i cassintegrati, ilavoratori in mobilit.

QUALI LAVORATORI POSSONO ESSERE FORMATI CON LE RISORSE DEI FONDI INTERPROFESSIONALI: tutti idipendenti (a tempo determinato o indeterminato) delle imprese aderenti pi co.co.pro, apprendisti,cassintegrati, lavoratori in mobilit.

Natura ed origine dello0,30%

Dal 1978 le imprese che hanno contratti di natura privata versano tramite l'INPS per i propri dipendenti a tempo determinato ed indeterminato un 1,61% del monte retribuzioni (imponibile INPS), come INDENNIT DI DISOCCUPAZIONE INVOLONTARIA, totalmente a carico del datore di lavoro. Lo 0,30% la quota di tale importo dedicata alla formazione.

Tale quota va normalmente per 2/3 alla UE per le politiche attive del lavoro e per 1/3 al GOVERNO per la finanziaria. Dal 2003 possibile indicare all'INPS di voler DEVOLVERE questo 0,30% a beneficio di un fondo interprofessionale. Ci non comporta quindi, nessun aggravio di costi, perch tale quota si versa comunque all'INPS per obbligo di legge.

La Qualitalia Group quale soggetto Proponente ed Ente Attuatore

La Qualitalia Group in quantosoggetto Proponente giuridico autorizzato, in virt della delega conferitaci, ad amministrare lerisorse finanziarie delle Imprese che cihanno delegato alle quali FONDITALIA destina il 70% di quanto maturato, per le attivit formative.

Il PROPONENTEpromuove:

  • la cultura della formazione continua;
  • l'analisidei fabbisogni formativi;
  • la diffusione delle buone prassi.

La Qualitalia Group in sostanza il responsabile della gestionefinanziaria delle risorse delle imprese che lodelegano, tramite la creazione del relativo CONTO AZIENDE. E' pertanto l'unico soggetto legittimato, per le imprese rappresentate, allapresentazione del piano formativo che da luogo al conto aziende.

Il conto aziende rappresentato dalla disponibilit finanziaria che FONDITALIA mette a disposizione della Qualitalia Group, costituita dal 70% dei versamenti effettuati dall'INPS per le imprese che gli hanno conferitodelega, al NETTO delle risorse gi impegnate per i PROGETTI FORMATIVI gi finanziati. La Qualitalia Groupin quanto soggetto di rappresentanza riconosciuto dalle Parti Sociali non deve esserenecessariamente un soggetto che eroga formazione o accreditato presso regioni o fondi interprofessionaliper la formazione continua.

Successivamente, la Qualitalia Group essendo anche accreditata da FONDITALIA come Ente Attuatore, valutato se la capienza finanziaria sufficiente per la presentazione di progetti formativiper i dipendenti di una o pi imprese presenti nel piano formativoo comunque nelproprio conto aziende, pu presentare, per le stesse, uno o pi progetti formativi.

Ogni progetto formativodovr indicare il contributo richiesto, le imprese beneficiarie, gli allievi, etematiche trattate e le modalit formative, nonch il relativo soggetto attuatore(il soggetto giuridicocui viene affidato l?incaricato dello svolgimento delle attivit formative previste nel progetto formativo).I progetti formativipossono essere presentati direttamente dal Proponenteche, in tal caso,diventa anche Attuatore.